Stress e ansia nei bambini: come capire i segnali e le cause

Stress e ansia nei bambini

Come gli adulti anche i bambini possono soffrire di ansia, anzi si tratta di un problema molto comune. A differenza degli adulti però, i bambini rispondo all’ansia in maniera diversa, in base all’età, alla propria personalità e alla capacità di adattamento.

Per esempio:

  • Un bambino potrebbe sperimentare l’ansia da separazione all’asilo, ma diventare molto socievole con i compagni e le maestre nei giorni successivi.
  • Un bambino potrebbe essere spaventato dal buio, ma successivamente amare le storie di fantasmi.

Lo stress e l’ansia infantile può manifestarsi con comportamenti difficili, ed è importante che i genitori riconoscano subito i segni e cerchino di capire le possibili cause. In genere i genitori possono aiutare i bambini a gestire lo stress e l’ansia, ma per alcuni bambini a volte è opportuno richiedere l’aiuto di un professionista.

Ansia nei bambini: ecco i segnali

Cambiamenti nel comportamento o nel temperamento sono segni comuni che possono indicare che il bambino potrebbe provare stress e sentimenti ansiosi. I bambini potrebbero non riconoscere la propria ansia o comunque potrebbero non avere la maturità adeguata per spiegare i loro problemi ai genitori. Ciò può causare una varietà di segnali fisici e comportamentali e i genitori devono essere bravi a capirli più in fretta possibile.

Alcuni segni di stress e ansia nei bambini includono:

  • Dolore di stomaco e mal di testa;
  • Diminuzione o aumento dell’appetito;
  • Disturbi del sonno o incubi;
  • Enuresi notturna (pipì a letto);
  • Difficoltà di concentrazione;
  • Sbalzi d’umore e irascibilità;
  • Sviluppo di abitudini nervose, come per esempio mangiarsi le unghie;
  • Allontanarsi da familiari o amici;
  • Rifiuto di andare a scuola;
  • Mettersi nei guai a scuola.

Cerca di verificare se questi segnali si verificano prima o dopo alcune attività e se sono accompagnati da sintomi fisici, come la febbre, eruzioni cutanee, diarrea, in modo tale da capire se si tratti solo di ansia, stress o altri problemi di salute.

Cause comuni di stress infantile

La fonte di ansia e stress nei bambini può avere diverse cause, come per esempio un problema a scuola, cambiamenti in famigli, conflitto con un amico. I sentimenti ansiosi possono anche essere causati da sentimenti e pressioni interne del bambino, come il voler far bene a scuola o riuscire a socializzare con i coetanei.

Alcune cause comuni di stress nei bambini includono:

  • Grandi cambiamenti in famiglia: divorzio, morte in famiglia, nascita di un fratellino, sono solo alcuni dei cambiamenti in famiglia che possono causare stress e ansia al bambino. Per esempio l’arrivo di un nuovo fratello può far sentire il bambino minacciato. Una morte in famiglia può innescare paure sulla morte e sul morire.
  • Instabilità genitoriali: liti in famiglia, preoccupazioni per denaro o lavoro, possono causare al bambino un senso d’impotenza, facendolo sentire desideroso di aiutare i genitori in qualche modo, ma senza mezzi per farlo.
  • Troppi impegni: anche i troppi impegni possono causare stress, è importante lasciare al bambino alcuni periodi d’inattività e tranquillità.
  • Scuola: molti bambini provano ansia a causa della scuola e della vogli di far bene e non commettere errori, temendo di non essere bravi in qualcosa.
  • Socializzazione: molti bambini per socializzare con i propri coetanei cercano di adattarsi ed essere come loro. La paura dell’insuccesso o del rifiuto possono causare forti stati d’ansia e stress.
  • Bullismo: il bullismo è un problema serio per molti bambini e oltre a provocare danni psicologici può causare anche danni fisici.
  • Televisione, internet e giornali: notizie, immagini e video che mostrano disastri naturali, terrorismo e violenza possono turbano fortemente il bambino. Quest’ultimi infatti possono preoccuparsi e pensare che possa accadere qualcosa di brutto a loro o a qualcuno che amano.
  • Film, libri e videogiochi: Anche film e libri molto paurosi possono causare angoscia e ansia nei bambini. Quest’ultimi possono rimanere molto colpiti da scene paurose, violente o sconvolgenti. Bisogna fare molta attenzione anche ai videogiochi che acquistiamo ai nostri figli.

[Leggi anche: 5 Consigli per gestire i capricci del bambino che non vuole andare a letto]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here