Stitichezza nei bambini: cause, sintomi e come prevenirla

stitichezza nei bambini

La stitichezza nei bambini non è affatto rara, anzi, si tratta di un problema molto comune. Se il bambino ha meno di due movimenti intestinali in una settimana o se le feci sono dure, secche o grumose e defecare diventa difficile e doloroso, allora si può dire che il bambino soffra di stitichezza.

I bambini possono soffrire di due tipi di stitichezza:

  • Stitichezza acuta: può presentarsi durante i viaggi, i primi giorni di scuola, dopo una malattia ecc. Solitamente si risolve facilmente con semplici rimedi casalinghi.
  • Stitichezza cronica: in genere si tratta di una costipazione che dura da più di 2 settimane e molto spesso non è possibile curare il problema con rimedi casalinghi.

Fortunatamente, la maggior parte dei casi di stitichezza nei bambini è di tipo acuto e temporaneo.

Cause della stitichezza nei bambini

La stitichezza nei bambini può essere causata da una serie di fattori, tra cui:

  • Cambiamenti nella dieta;
  • Insufficiente presenza di frutta e verdura ricca di fibre nella dieta;
  • Scarso consumo di liquidi;
  • Allergia al latte di mucca;
  • Allergia al latte vaccino;
  • Consumo di troppi latticini-

Anche la storia familiare gioca un ruolo importante. Se per esempio uno dei membri della famiglia soffre di stitichezza, allora anche il bambino potrebbe sviluppare problemi di stitichezza.

Altre cause della stitichezza nei bambini

Oltre alle cause sopra citate, la stitichezza potrebbe essere dovuta ad altri fattori:

  • Condizioni mediche: a volte, anche se abbastanza raro, la costipazione in un bambino potrebbe essere causata da una malformazione anatomica, da problemi metabolici o digestivi.
  • Farmaci: farmaci da banco, antiacidi da banco, antidepressivi, farmaci per combattere le convulsioni, farmaci chemioterapici o antidolorifici, possono causare stitichezza.
  • Feci trattenute: spesso i bambini trattengono le feci o rifiutano di andare in bagno. In genere, evitano di defecare per evitare di prendersi una pausa dal gioco o magari perché si trovano fuori casa e provano disagio ad utilizzare un bagno pubblico. Inoltre, se la defecazione è dolorosa, spesso i bambini cercheranno di evitare di ripetere l’esperienza dolorosa, trattenendo le feci.
  • Cambiamenti nella routine: viaggi, caldo o stress possono influire notevolmente sui movimenti intestinali del bambino.

Sintomi della stitichezza nei bambini

La stitichezza è un sintomo, non una malattia. I bambini con stitichezza possono presentare il problema in vari modi e i sintomi più comuni sono il dolore durante i movimenti intestinali, perdita d’appetito, nausea, dolore addominale, irritabilità, gonfiore e nei casi più gravi sangue vivo nelle feci e vomito.

Quando rivolgersi al medico

In genere la stitichezza nei bambini non è grave, ma è importante rivolgersi al medico nel caso in cui la stitichezza dura da più di 2 settimane, se è accompagnata da vomito o sangue nelle feci, o nel caso in cui si presenti gonfiore o perdita di peso.

Stitichezza nei bambini con rimedi naturali

Alimenti ricchi di fibre

Uno dei migliori rimedi casalinghi per trattare la stitichezza nei bambini è quello di aumentare l’assunzione di fibre. Quest’ultime infatti, ammorbidiscono le feci e favoriscono i movimenti intestinali.

L’assunzione giornaliera raccomandata è di 14 grammi di fibre ogni 1000 calorie.

È possibile includere nella dieta del bambino fibre solubili ed insolubili.

Alcune fonti di fibra solubili sono arance, mele, carote, orzo fiocchi d’avena e semi di lino, mentre, noci, fagioli, legumi, cereali non lavorati e verdure a foglia scura come cavoli e spinaci sono ottime fonti di fibre insolubili.

Aumentare l’assunzione di liquidi

La disidratazione è una delle principali cause di stitichezza nei bambini. Molti bambini tendo a non pensare a l’acqua durante il gioco e ciò può causare problemi di disidratazione.

L’acqua è essenziale affinché l’apparato digerente funzioni correttamente e senza una quantità sufficiente di acqua, la defecazione può diventare molto difficile.

Assicurati sempre che il tuo bambino beva, acqua succhi di frutta e altre bevande salutari durante il giorno.

Massaggi addominali

Il massaggio addominale può essere molto efficace nel trattamento della stitichezza. Il vantaggio principale dei massaggi è che non esistono effetti collaterali.

Massaggiare delicatamente lo stomaco ed il basso ventre del bambino può stimolare i movimenti intestinali e curare la stipsi.

  • Chiedi al bambino il permesso di toccare la sua pancia;
  • Fallo sdraiare sul letto;
  • Metti nelle mani qualche goccia di olio ipoallergenico;
  • Massaggia delicatamente lo stomaco del bambino in senso antiorario per circa 5 minuti. Applica una pressione decisa ma delicata.
  • Effettua diversi massaggi durante il giorno, fono all’arrivo del movimento intestinale.

Esercizio fisico

Che si tratti di bambini o adulti, l’esercizio fisico giornaliero migliora la digestione e allevia la stitichezza.

L’esercizio fisico effettuato regolarmente aiuterà il cibo a muoversi più velocemente attraverso l’intestino crasso e migliorerà la contrazione dei muscoli dell’intestino.

Per i bambini, uno dei migliori esercizi fisici è camminare. Fai camminare il tuo bambino per circa 30 minuti al giorno, specialmente dopo i pasti.

Prugne

Le prugne hanno un alto contenuto di fibre e sorbitolo ed entrambi aiutano ad ammorbidire le feci e migliorare il passaggio delle feci.

  • Fai mangiare ogni giorno al bambino 3 o 4 prugne.
  • Mescola 2 o 3 prugne con un po’ di latte di mandorle caldo e fallo bere al tuo bambino la sera, prima di andare a dormire.

[Leggi anche: Rimedi naturali contro la stitichezza in gravidanza]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here