Rimanere incinta a 40 anni

Rimanere incinta a 40 anni è senza dubbio più difficile rispetto all’età di 20, 25 o 30 anni, ma non è certo impossibile. Addirittura, alcuni esperti affermano che rimanere incinta in maniera naturale dopo i 45 anni è quasi impossibile, ma questo non è del tutto vero.

In quest’articolo cercheremo di capire perché è più difficile rimanere incinta a 40 anni, quante sono le probabilità di concepimento e quali sono i rischi di un’eventuale gravidanza.

Tutto quello che devi sapere se vuoi rimanere incinta a 40 anni

Età e fertilità

Il picco di fertilità nella donna è a circa 20 anni, dopo di che si ha un declino graduale, che diventa significativo intorno ai 30 anni. A 37 anni la fertilità inizia a diminuire in maniera molto più rapida.

Uno studio condotto su 782 coppie ha esaminano le probabilità di concepimento, tracciando l’ovulazione, tramite la misurazione della temperatura basale e facendo sesso nel periodo più fertile.

Il risultato è stato il seguente:

Il 50% di donne di età compresa tra i 19 ed i 26 anni, sono rimaste incinta, mentre la percentuale è calata fino al 29% tra le donne di età compresa tra i 35 ed i 40 anni.

Detto ciò bisogna, per forza di cose, parlare anche della fertilità maschile. Quest’ultima senza dubbio non cala drasticamente come quella delle donne, ma all’atto del concepimento l’età del l’uomo gioca un ruolo importante.

Nello studio sopra menzionato, abbiamo visto che le donne con un’età compresa tra i 35 ed i 40 anni, il concepimento è avvenuto sono nel 29% dei casi. Nello stesso studio è emerso che se il partner di una di queste donne aveva cinque anni in più, le probabilità di concepimento calavano fino al 15%.

Perché con l’avanzare dell’età la fertilità diminuisce?

rimanere incinta a 40 anni eta e fertilità

Per rispondere a questa domanda, dobbiamo prima capire che cos’è l’orologio biologico della donna. L’uomo produce il liquido seminale in maniera costante durante tutto l’arco della propria vita, per le donne le cose sono molto diverse.

Le donne nascono già con tutti gli ovuli, durante l’arco della vita, non viene più prodotto nessun ovulo.

Il numero più alto di ovuli (circa sette milioni) si hanno quando ancora il feto femmina si trova nell’utero materno. Subito dopo la nascita gli ovuli si riducono a circa due milioni ed arrivano a circa 300.000/500.000 al raggiungimento della pubertà e l’arrivo delle mestruazioni.

Come scritto in precedenza, il punto massimo di fertilità si raggiunge intorno ai 20 anni e all’inizio dei 30 continua a scendere fino ad arrivare alla menopausa.

In pratica, dall’inizio dei cicli mestruali, ogni mese sono destinati a morire circa 1.000 ovuli. Nel corso della vita, le ovaie rilasciano circa 500 ovuli maturi.

Quando la riserva degli ovuli si esaurisce, le ovaie smettono di produrre estrogeno e sopraggiunge la menopausa. In genere, ciò accade intorno ai 51 anni. Da questo punto in poi non sarà più possibile rimanere incinta in maniera naturale.

Rimanere incinta a 40: quali sono i rischi

Con l’avanzare dell’età, oltre ad essere più difficile il concepimento, aumento le possibilità di aborto spontaneo o difetti alla nascita.

Per esempio, spesso i bambini affetti da sindrome di Down, vengono partoriti da donne con un’età superiore ai 35 anni.

Ecco alcune statistiche:

  • All’età di 25 anni, c’è 1 possibilità su 1.250 di dare alla luce un bambino affetto da sindrome di Down;
  • All’età di 30 anni, il rischio è di 1 su 952;
  • Superati i 35 anni, le probabilità sono si 1 su 378.

Inoltre, anche gli aborti spontanei aumentano con l’avanzare dell’età.

  • A 20 anni, circa il 10% delle gravidanze termina con un aborto spontaneo;
  • A 30 anni, le probabilità di aborto spontaneo aumento arrivano al 12%;
  • Dopo i 35 anni, il 18% delle gravidanze termina con un aborto spontaneo;
  • A 40 ani, le probabilità arrivano addirittura al 34%.

Altre possibili complicazione della gravidanza a 40 anni:

  • Ipertensione
  • Diabete gestazionale
  • Stanchezza e problemi venosi
  • Parto prematuro
  • Parto cesareo

Vantaggi di rimanere incinta a 40 anni

Fino a questo punto, abbiamo parlato solo dei problemi che può causare una gravidanza a 40 anni, ma cerchiamo di analizzare anche i vantaggi, eccone alcuni:

  • Sei più esperta: questo è senza dubbio il più grande vantaggio di rimanere incinta a 40 anni. Hai già avuto le tue esperienza e molto probabilmente hai già capito perfettamente come gira il mondo. Sei più sicura finanziariamente e più a tuo agio nella tua carriera. Avete avuto tutto il tempo per conoscervi con il tuo partner in varie circostanza e ciò può essere una solida base per creare una famiglia.
  • Sei più matura e saggia: con l’età in genere aumenta la maturità e la saggezza, ciò porta a prendere decisioni più corrette. In base a vari sondaggi, le mamme un po’ più anziane, sono più propense ad allattare e fare scelte nutrizionali più sane per i bambini.
  • Sei finanziariamente più sicura: l’attesa di avere figli ha anche benefici finanziari. Uno studio americano ha rilevato che i guadagni di una donna aumentano del 9% per ogni anno che posticipa la gravidanza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here